Pappagallo, parrocchetto o calopsitta? Quale uccellino è più adatto a me?

Pubblicato da: peppe pets Data: Buono a sapersi Su: venerdì, febbraio 23, 2018 Commento: 0 Visto: 441
Pappagallo, parrocchetto o calopsitta? Quale uccellino è più adatto a me?
Con adeguate informazioni, possiamo trovare l'uccellino più giusto per noi.
 

Sei alla ricerca di un amico piumato?

La decisione è già stata presa: i vostri nuovi compagni saranno degli uccellini. Ma quali? Meglio porsi questa domanda prima di fare il desiderato acquisto. Con un po’ di tempo, potrete trovare l’uccellino più in linea con il vostro carattere, le vostre aspettative e le possibilità.

“Per prima cosa bisogna considerare la grandezza del volatile che si vuole acquistare” spiega Rainer Niemann, biologo e autore di numerose guide
sugli uccelli domestici. Gli uccelli non hanno solo bisogno di una voliera spaziosa ma di sufficiente spazio per volare liberamente. “Questo significa che i piccoli uccelli come parrocchetti, canarini o fringuelli sono più adatti
per appartamenti di piccole e medie dimensioni.
La maggior parte degli uccelli ha una voce molto forte, cantano e chiamano. “In particolare, i grandi pappagalli possono essere perfino considerati rumorosi” ammette l’esperto. “Tra questi, i pappagalli grigi africani e le calopsitte si distinguono per il loro “talento musicale”. Amano infatti fischiare e modulare i vari tipi di note, a volte forse un po’ troppo stridule, mentre i parrocchetti emettono versi più dolci.” Gli amanti degli uccelli che vivono vicino ad altre famiglie devono considerare quanto i loro vicini siano tolleranti rispetto ai canti e ai rumori.

Un altro punto importante della lista per scegliere il giusto animale domestico è quello di confrontare il carattere dei diversi uccellini con il proprio. E’ inoltre fondamentale capire quali aspettative avete riguardo alla relazione che andrà a instaurarsi con il nuovo animale da compagnia.
“Volete principalmente guardare i vostri uccellini e cantarci insieme? Allora i più adatti sono i canarini e i fringuelli”, consiglia Niemann. “Agli uccelli più piccoli spesso piace svolazzare sulle mani e sulle spalle”.

Se oltre a ciò cercate un amico piumato con cui poter avere un contatto fisico più stretto, la scelta dovrebbe ricadere sui piccoli pappagalli o sui parrocchetti. Al contrario dei fringuelli, i pappagalli domestici amano essere accarezzati, per esempio, sul collo.

Tutte queste differenze di bisogni e di caratteristiche di ogni uccellino dimostrano quanto sia importante ragionare bene sul tipo di volatile che si intende acquistare. “E’ infine consigliabile osservare da allevatori o da altre persone, il tipo di uccellino che si desidera, prima di impegnarsi a fare l’acquisto e portarne uno a casa propria”. 

Fonte: German Industrial Association for Pet Supplies IVH

Nella stessa categoria

Relazionato da Tags

    Commenti

    Lascia il tuo commento